GIOVEDÌ 24.05.18 22.00
IALSAXOPHONE ENSEMBLE DIRETTO DA GIANNI ODDI
GIANNI ODDI  SAX
BEVERLY LEWIS  VOCE
STEFANO NAPOLI  CONTRABBASSO
MASSIMILIANO DI CRISTOFORO  BATTERIA
MARINA ACERRA  SAX
STEFANO ANGELONI  SAX
MARIO BIONDI  SAX
CARLA DE VIRGILIO  SAX
GIORGIO GUARINI  SAX
ANNA IMPELLIZZERI  SAX BARITONO
MARCO MACOR  SAX
LINO PASQUALETTI  SAX
MASSIMILIANO PERUGINI  SAX
ADRIANO PIVA  SAX
PAOLO PIVA  SAX
TIZIANO LIBURDI  SAX
LUIGI MARTINI  SAX
SANDRO PERELLI  SAX
MARIA GRAZIA LANZAFAME  SAX

Ialsaxophone Ensemble, è un grande laboratorio di ricerca musicale afroamericana composto da musicisti provenienti da varie aree artistiche della scena musicale romana. Si riunisce tutte le settimane sotto la guida di Gianni Oddi storico saxofonista dell’Orchestra di Musica Leggera della Rai per approfondire e sperimentare nuove partiture e per affinare vari aspetti solistici ed interpretativi della storia del jazz e non solo.

Ha già partecipato a concerti e rassegne importanti come: Festa della Danza Teatro Greco, Concerto per 100 Sax di Salvatore Sciarrino alla Galleria Nazionale di Arte Moderna, Concerti Jazz al Teatro dei Dioscuri, Teatro Tirso, Teatro dei Servi, Auditorium della Discoteca di Stato, Be-Bop Jazz Club, Teatro Il Cantiere, Teatro Le Salette, Music Inn Jazz Club, Jazz on the River “Barcone Sul Tevere”. La serata sarà illuminata dalla presenza di due pietre miliari della storia del jazz: Antonello Vannucchi e Cicci Santucci, artisti che hanno scritto da decenni la storia del jazz internazionale.

Il programma del concerto, prevede musiche della storia del jazz tra le più importanti scritte da: Dizzy Gillespie, Charlie Parker, Joe Zawinul, Jimmy Giuffrè, Marco Tiso, Adriano Piva, Gianni Oddi, Pino Iodice, Tito Puente.

Proiezioni delle opere Jazz di Sandro Perelli

GIANNI ODDI

Figlio d'arte (il padre è mandolinista), compie gli studi al Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, in cui si diploma in pianoforte e fisarmonica nel 1968; già da studente però inizia a suonare in complessi jazz cittadini il sassofono, che diventa in breve il suo strumento preferito. Si trasferisce poi a Roma e nel 1970 entra alla RCA Italiana come session-man, suonando con tutti i principali artisti dell'etichetta (da Domenico Modugno a Claudio Baglioni, da Mia Martini a Lucio Dalla. Nel 1972 entra nella Big Band del Maestro Enrico Simonetti, insieme tra gli altri al trombettista Michele Lacerenza, al sassofonista Sal Genovese, al bassista Maurizio Majoranaed al percussionista brasiliano Mandrake, effettuando alcuni concerti; il cd tratto da questi spettacoli verrà pubblicato solo nel 2006 nella serie Via Asiago 10. Sua è anche la sigla del TG2 dal 1983 al 1987. Nel 1973 pubblica un album strumentale, con alcune canzoni molto note riarrangiate, tra cui La collina dei ciliegi di Lucio Battisti e My Love di Paul Mc Cartney, primo di una serie di dischi in cui reincide successi del momento con alcuni inediti di sua composizione. Nella seconda metà degli anni '70 diventa primo sax alto dell'Orchestra di Musica Leggera della RAI di Roma, tralasciando sempre più l'attività di session man; diventa inoltre sassofono solista per Ennio Morricone. Si è anche dedicato alla composizione di colonne sonore, tra cui per Mondo di notte oggi (1976).

  • Iscriviti alla newsletter
  • del Cotton Club
  • e ricevi aggiornamenti e
  • offerte speciali

  • I tuoi dati saranno utilizzati solo per
  • fornirti informazioni sui nostri eventi.
  • Accetto i Termini e Condizioni